Vieni a scoprire Comacchio!

Una piccola Venezia.

E’ già, quando pensi a Comacchio pensi a Venezia, una piccola Venezia nel cuore del Parco Delta del Po. Un intreccio di vicoli, ponti e canali su cui galleggiano barchette colorate e sui quali si affacciano tanti ristorantini.
 
Tutte le volte che vado, rimango sempre piacevolmente colpita dai colori e dagli scorci suggestivi che regala. Passeggiare accanto ai canali, ai ponti, alle chiese, scattare qualche foto e fermarsi in una delle tante trattorie tipiche del centro.
 
Non dimenticarti di assaggiare l’anguilla! Viene pescata proprio nelle Valli di Comacchio, lavorata e venduta fresca, oppure utilizzata in tante ricette.

 

DA VISITARE: Manifattura dei Marinati

Si tratta di un museo dove i visitatori vengono accompagnati in un percorso, che consente loro di scoprire la tradizionale lavorazione delle anguille, pesce simbolo di questa cittadina. Un processo di lavorazione molto antico e rimasto uguale nel tempo!

 

LE VALLI E LE SALINE DI COMACCHIO:

Quello che più mi affascina di Comacchio sono le sue lagune, le sue valli, i suoi campi senza fine, i suoi specchi di acqua che si incontrano con il cielo diventando un tutt’uno..
Un’atmosfera magica, dove il tempo sembra si sia fermato e la natura si sia presa i suoi spazi, dove è tutto così perfettamente in armonia.
 
Non so se esista un periodo migliore per visitare Comacchio.
 
Tra metà settembre e ottobre gli amanti della gastronomia potranno degustare l’anguilla marinata, fritta, grigliata e tante altre specialità in occasione della “Sagra dell’Anguilla”. Sicuramente per esplorare le valli, magari in bici, ti consiglio la primavera o ottobre.
 
Normalmente da Cervia io vado a Sant’Alberto. Lascio l’auto nel parcheggio e con le biciclette prendo il traghetto. Una volta scesa, sulla destra inizia una bellissima pista ciclabile, dalla quale è possibile vedere distese infinite di fenicotteri in ogni periodo dell’anno. Una bellissima escursione che organizza il “Museo natura” e che ti consiglio – è la “pedalata dei fenicotteri rosa”.
 
Dopo circa 4 km di questa pista ciclabile, ne incontri un’altra sulla sinistra che hanno inaugurato anno scorso. A parare di molti, è una delle più belle d’Italia. Sono stata a settembre, con i miei genitori, e ti lascia davvero a bocca aperta!
 
Tu, la tua bici, ai tuoi lati migliaia di fenicotteri, anatre, aironi e poi solo Km e km di specchi di acqua, canneti e saline. 
Le bici le puoi noleggiare se preferisci anche in centro a Comacchio oppure al museo Natura a Sant’Alberto.
 

DA NON PERDERE:

  • Casone di Donnabona
  • Torre rossa, una delle postazioni privilegiate per osservare l’avifauna
  • Escursione esclusive lungo i canali interni, per ammirare la bellezza dell’oasi e ammirare centinaia di specie di uccelli acquatici e una numerosa colonia di fenicotteri
  • Venendo da Cervia, ti consiglio di fermarti anche all’Abbazia di Pomposa

 

 

Occasioni sartoriali che ti portano in vacanza
Le parole speciali di chi è stato qui